martedì 15 dicembre 2015

Quanto è bella!… ovvero "Cenerentola 2015" di Emma Salvati e Simonzosi




E’ la mia vicina di casa… la conosco da vari anni. 
Pochi giorni fa, uscendo da casa, ho visto la porta di casa sua aperta, lei inginocchiata a terra a pulire.
Mi ha guardato da sotto in sù, mi ha sorriso, mi ha salutato e mi ha chiesto come stavo. 
E nel frattempo è rimasta lì a terra carponi.

“Quanto è bella!”... ho pensato.

E’ lì in ginocchio a pulire, senza alcuna vergogna di stare a quattro zampe, mi sorride in modo sincero e chiacchiera con me. 
Fa la casalinga, ha un mare di guai, eppure è sempre serena e sorridente. 
Oltre ad occuparsi del marito e dei figli, ha in casa con se' la vecchia madre, bisognosa di assistenza. 
Lavora tanto…
La vedo al mattino presto, quando esco a stendere il bucato, mentre lei stende il suo. 
Il pomeriggio, finite le faccende di casa, va ad occuparsi della terra e continua a lavorare lì… 
Eppure è sempre sorridente.


Ma quello che veramente mi ha colpito è stato il mio pensiero. 
“Quanto è bella!”
Ho provato amore e gratitudine per lei. 
Il solo fatto di averla incontrata mi ha fatto bene. 
E’ stato un piccolo dono della vita.

“Quanto è bella!”
Un po’ di tempo fa non l’avrei pensato e forse non le avrei nemmeno sorriso.
Avrei pensato: “Povera sfigata! Che vita di schifo che fa!”
E se lei avesse beccato me in ginocchio a pulire, mi sarei vergognata e mi sarei tirata subito sù... 

“Quanto è bella!”
E' il mio modo di pensare che sta cambiando...
E la consapevolezza del cambiamento m’incoraggia a continuare su questo sentiero e rafforza la mia fede e la mia fiducia…
Io posso essere più serena e più felice e godere di più di tutto ciò che mi circonda.


“Quanto è bella!”
Sto sostituendo il giudizio con l’apertura del cuore, il risentimento con la gratitudine, il falso orgoglio con l’umiltà.
In che modo? 
Addestrandomi ad usare la mia mente in modo diverso. 
Rifiutando molte delle cose che mi sono state inculcate,non per il mio bene…
Non per rendermi felice e realizzata, ma per tenermi sotto controllo…
A vantaggio personale di pochi…

Ho iniziato a nutrire il lupo “buono” e ho messo a stecchetto quello cattivo… 
Ve la ricordate la leggenda indiana dei due lupi?*

Pochi semplici esercizi quotidiani, che pian piano stanno cambiato il mio modo di percepire la realtà. 
Come ad esempio l’esercizio della Gratitudine. 
All’inizio mi sentivo idiota, mi sforzavo di pensare alle cose per cui ero grata (ma nemmeno lo ero)… 
E facevo una gran fatica a trovare ogni giorno tre cose per cui ringraziare.
Poi un giorno, sotto la doccia, ho pensato che ero fortunata… 
Non a tutti è dato il privilegio di poter godere di una bella doccia calda ed ho provato Gratitudine. 


E ho provato Amore e Compassione per quelli che incrocio negli autobus o al supermercato e hanno un gran brutto odore. 
Ho pensato che non hanno la doccia e forse nemmeno l’acqua corrente in casa…
O forse neanche una casa ma dormono in venti in una baracca umida e fatiscente…
E da lì ho iniziato a provare Gratitudine per tutte le cose che ho sempre dato per scontate e che così scontate non sono… 
E la mia difficoltà a pensare tre cose al giorno di cui essere Grata si è trasformata in un oceano di cose per cui ringrazio continuamente.
Provare è diverso da pensare. 
Provare trasforma la teoria in realtà o, se preferite, il pensiero in forma. 
E da questo ho iniziato ad intuire una marea di altre cose meravigliose
Ma questa è un’altra storia…


“Quanto è bella!”
E quanto sono bella io, che cerco giorno dopo giorno, di trovare la mia “Me Migliore”… 
Per rendere alla vita almeno una piccola parte di quello che ricevo in ogni momento.
Perchè se davvero vogliamo rendere migliore questo mondo, l’unico modo che funziona è iniziare a rendere migliori Noi Stessi.



* Se non ricordate o non conoscete la leggenda dei due lupi, al link sottostante ne trovate una versione accompagnata da bella musica e belle immagini



4 commenti:

Alessandro ha detto...

Sono grato di aver letto queste magiche parole in cui mi riconosco molto, perché mi hanno scaldato il cuore.
Grazie Emma per l'emozione che mi hai regalato, per quello che mi hai insegnato è ricordato. Possa essere d'aiuto per me è per tutti

iltempoarte ha detto...

Grazie.Alessandro.
Che il mio impegno e la mia dedizione possano essere utili per tutti e contribuire a creare un mondo più felice.

Anna Maria Martino ha detto...

Grazie Emma. Sono appena entrata a far parte di questa comunità e direi che questo è il miglior benvenuto che potessi ricevere.... potentissime le tue parole e molto bello il filmato. Una delle 3 cose di cui essere grata oggi!

iltempoarte ha detto...

Felice di condividere il mio sentire con te, Anna Maria!