lunedì 8 dicembre 2014

Arte a la Carta

di Emma Salvati


Arte e cibo, cibo fatto ad Arte, Arte fatta con il cibo: i legami e i connubi tra cibo e Arte sono antichi e fortemente radicati nel nostro immaginario. 
L’Arte rappresenta e cita il cibo, il cibo cita e raffigura l’Arte.
Spesso grandi artisti sono anche eccellenti cuochi e viceversa. 
D’altronde le Arti sono permeabili e quella gastronomica è un’Arte tanto nobile quanto quella pittorica o cinematografica o letteraria.
Perchè esiste un rapporto così intenso tra l’arte e la cucina?
I cinque sensi sono le porte dell’anima. 
Noi siamo quello che gustiamo, vediamo, odoriamo, sentiamo, tocchiamo.  
Attraverso i sensi riceviamo le informazioni e le emozioni che diventeranno le ragioni della mente, del cuore e dell’Anima.
Potremmo immaginare il Paradiso come quel luogo  in cui tutto il nutrimento che riceviamo attraverso i nostri sensi è armonioso, gradevole ed appagante. 
Allo stesso modo una possibile descrizione dell’Inferno potrebbe includere sapori disgustosi, forme e colori dissonanti e sgraziati, odori pestilenziali e nauseabondi, suoni orrendamente insopportabile e sensazioni tattili che ci danno i brividi.
É questo il fil rouge che lega le Arti tra di loro: l’Arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana che porta a forme creative di espressione estetica. 
In particolare, nella sua accezione odierna, l'Arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni.

Ed è per questo motivo che inizieremo un viaggio nello spazio e nel tempo sulla navicella chiamata Arte: per raccontare come le Arti hanno interpretato e raccontato il cibo, non solo attraverso le espressioni più note ma abbracciando anche le forme più Contemporanee e Sperimentali e, quindi, meno famose.


1 commento:

stefania aracri ha detto...

Sei una grande e sensibile artista... le emozioni che proviamo quando leggiamo i tuoi scritti e ammiriamo le tue opere, risveglia in noi l'esteta, il bambino curioso,l'entusiasta gioventù ,la conoscenza dell'arte..... La delizia della vista...Grazie maestra..